Storia del casinò 155207

Per vincere, il giocatore doveva scommettere su un colore, tirare la leva e sperare che la ruota si fermasse in uno dei settori vincenti. Sulla base della grandezza della ruota, le sezioni oscillavano dai cinquanta ai cento colori. Come risultato di diverse tecniche e strategie di marketing, gli affari di Mills crebbero rapidamente e nel divenne uno dei più grandi fornitori di slot machine della nazione. Una caratteristica interessante che distingueva i prodotti di Mills da quelli offerti dalla concorrenza era che i suoi davano più motivazione. Ad esempio, il giocatore poteva sempre visualizzare il denaro che otteneva se beccava la combinazione giusta. Inoltre, un giocatore poteva vedere tre file di simboli ogni volta che i rulli si fermavano e poteva capire esattamente quanto era andato vicino alla tanto agognata vincita. NelCharles Fey introdusse la slot Silver Dollar, ovvero la prima macchina che accettava monete di quel taglio. Durante quegli anni, più di un milione di slot machine venne fabbricato su scala globale.

Categoria: Slot Machine Quando sono nate le slot e chi le ha inventate? Il suo inventore risulta essere il meccanico bavarese Charles Fey. Pensate affinché Charles era il sedicesimo figlio di una povera famiglia. Eppure la semplicità del gioco e le promesse di facili guadagni hanno reso le slot popolari in tutto il mondo. Siamo qui a parlarne dopo oltre un secolo. Fey lo aveva forse capito nei suoi anni, ma chissà se si sarebbe mai immaginato tanto. Fu una rivoluzione per il mondo delle slot.

Per prima cosa, il giocatore inseriva una moneta. Quella moneta sbloccava la manovella sul lato della macchina. I rulli, quindi, su cui era raffigurata una serie di simboli, si fermavano. Epoca un modo di rassicurare i giocatori sul fatto che i rulli girassero indipendentemente e alimentava la suspense per il risultato finale. Le perforazioni dei piatti nei rulli corrispondevano ai simboli. Fermandosi su una combinazione vincente, le perforazioni si allineavano in modo siffatto da attivare il pagamento in monete della vincita. La macchina standard a tre rulli inizialmente aveva 10 simboli su ciascun rullo, creando 1.

Il poker automatizzato risultava troppo complicato a causa del numero elevato di carte e delle numerose combinazioni vincenti possibili. La prima vera e propria slot machine, la Liberty Bell o Bronzo della Libertà, nacque per ovviare a questo problema. Fu inventata nel da Charles Fey, un immigrante in caccia di fortuna negli Stati Uniti. La Liberty Bell, considerata la prima vera slot machine, funzionava con tre rulli e cinque simboli e fu una tappa fondamentale nella storia di attuale gioco.